TORNA A TUTTE LE NEWS

I dispositivi di supporto alla guida (ADAS, Advanced driver-assistance systems) spiccano fra i temi approfonditi durante il Program Campus, evento dedicato alla sicurezza stradale, organizzato ogni anno da Program Autonoleggio per offrire formazione ai Fleet Manager delle più importanti società italiane, nella convinzione che la prevenzione debba partire dalla creazione di una cultura aziendale sulla sicurezza.

Iniziamo il viaggio alla scoperta dei due ADAS più importanti, che oggi troviamo frequentemente installati nelle nostre auto, e che da maggio 2022 saranno obbligatori di serie secondo la direttiva dell’Unione Europea.

Frenata d’emergenza automatica (AEB - Autonomous Emergency Braking)

I sensori dei sistemi di frenata d’emergenza automatica sono generalmente montati sul parabrezza dell’auto e, grazie a un radar o a un sistema di rifrazione della luce, monitorano costantemente la distanza fra il veicolo e quello che lo precede. Se le informazioni sulla traiettoria e la velocità indicano un’imminente collisione, il sistema avvisa il conducente della situazione critica e, a meno che questo non modifichi la traiettoria o freni sufficientemente in tempo, frenano l’auto in modo automatico, così da evitare l’urto con il veicolo, il pedone o il ciclista che si trova davanti al veicolo.

L’efficacia dei sistemi di frenata d’emergenza automatica è stata testata grazie a uno studio condotto da Automobile Club d’Italia (ACI) e Bosch e realizzato dalla Fondazione Filippo Caracciolo di ACI in collaborazione con il Politecnico di Torino. I dati relativi agli incidenti per tamponamento dimostrano che l’introduzione dei sistemi di assistenza alla frenata incrementano significativamente la sicurezza: quasi 1 tamponamento su 2 è evitato grazie alla tecnologia AEB. Si tratta di un dato importante, considerato che gli incidenti per tamponamento rappresentano circa un terzo del totale.

Cruise control adattivo (ACC – Adaptive Cruise Control) 

Il cruise control è un dispositivo elettronico collocato sul volante che permette di impostare e mantenere costante la velocità del veicolo, senza necessità di premere l’acceleratore, fino a quando questo, il freno o la frizione non vengono premuti dal guidatore. Solitamente, grazie a dei pulsanti, è anche possibile regolare la velocità selezionata. Il cruise control adattivo, invece, grazie a un radar collocato nella parte anteriore del veicolo, è anche in grado di modulare l’andatura prescelta in base a quella del mezzo che lo precede, frenando e accelerando autonomamente senza alcun intervento da parte del conducente.

Noleggio e ADAS: quali sono i vantaggi per driver e Fleet Manager?

La formazione di Program in tema ADAS è attiva dal 2018. Il percorso intrapreso parte dalla consapevolezza che i dispositivi di supporto alla guida inseriti nei veicoli rappresentano un elemento ormai imprescindibile nei nostri percorsi quotidiani, in quanto garanti della sicurezza stradale e della vita di migliaia di persone.

Negli anni Program ha constatato che su un campione di oltre 1.500 veicoli, l’inserimento degli ADAS ha portato effetti positivi per il Fleet Manager, oltre che per il noleggiatore. Dalla ricerca condotta da Program è emerso come, nella maggioranza dei casi, l’inserimento di optional quali la frenata d’emergenza automatica ed il cruise control adattivo ha comportato una minore incidenza di sinistri e conseguente riduzione dei fermi tecnici, con risparmi di tempo e denaro.

Pertanto, è lecito affermare come la presenza degli ADAS a bordo dei nostri veicoli crei un impatto positivo per tutti gli utenti della strada, oltre che per gli operatori del settore.