Blog

Come utilizzare gli ADAS: guida al cruise control

Come utilizzare gli ADAS: guida al cruise control

La sicurezza è il primo obiettivo del nostro noleggio a lungo termine, ecco perché siamo sempre aggiornati sul tema degli ADAS e dell’innovazione tecnologica al servizio della mobilità.

Tra tutti i sistemi avanzati di assistenza alla guida installati sulle nostre vetture, oggi parliamo di cruise control e della sua versione più intelligente, il cruise control adattivo.

Cos’è e come funziona il cruise control?

Il cruise control serve a mantenere una determinata velocità di guida ed è uno dei primissimi dispositivi di sicurezza installati a bordo delle vetture. La storia del cruise control ha dell’incredibile, se pensiamo che il merito della sua invenzione va a un ingegnere automobilistico cieco che soffriva di mal d’auto.

La storia è questa: Ralph Teetor, allora vice presidente di una delle più importanti aziende di pistoni per motori, si trovava in macchina con l’avvocato della sua famiglia. La guida “a scatti” dell’avvocato era estremamente fastidiosa per Teetor, che, cieco dall’età di cinque anni, non aveva nemmeno il modo di prevedere le scosse in arrivo.

Il risultato? L’ingegnere si mise al lavoro per produrre un sistema in grado di stabilizzare la velocità dell’auto e rendere l’andamento il più fluido possibile. Nel 1950, dopo oltre dieci anni di aggiustamenti, brevettò lo Speedostat, il primo sistema di controllo della velocità di guida al mondo.

Nel 1958 la Chrysler installò lo Speedomatt sulla sua Imperial, una vettura di fascia alta - per non dire altissima al tempo - che fece a tutti gli effetti da apripista per questo tipo di dotazioni. Qualche anno dopo, la Cadillac acquistò il brevetto e lo rinominò Cruise Control, nome con cui lo conosciamo ancora oggi.

La tecnologia ha fatto passi da gigante, ma il principio alla base rimane lo stesso: mantenere l’auto a una velocità stabile, per un’esperienza di guida più sicura ma anche più confortevole. L’auto, in pratica, va in automatico a una velocità di crociera, senza che il guidatore debba tenere il piede sul pedale dell’acceleratore.

Ad oggi, il cruise control è uno dei dispositivi di sicurezza più comuni sulle vetture e senza dubbio uno dei preferiti dai driver che percorrono lunghe tratte in autostrada. La sicurezza aumenta, la guida risulta meno impegnativa e non c’è il rischio di commettere infrazioni perché la velocità è impostata dal sistema: insomma, per la mobilità aziendale il cruise control è un compagno prezioso a tutti gli effetti.

Cruise control adattivo, l’emblema della sicurezza

Il cruise control adattivo è la versione più nuova e ancora più sicura della regolazione automatica della velocità. Come abbiamo visto nel nostro articolo sugli ADAS più richiesti, il cruise control adattivo è considerato ormai immancabile da molti fleet manager.

Rispetto al cruise control di prima generazione, quello adattivo riesce ad adattare l’andatura del veicolo in base alle condizioni di traffico e alla presenza di ostacoli. Questo significa che il controllo non è più solo sulla velocità, ma sul giusto equilibrio tra velocità e distanza di sicurezza dai veicoli che precedono.

In effetti, non è solo dalla velocità, ma dalle condizioni intorno alla vettura che dipende la sicurezza. Un dispositivo in grado di vedere le altre vetture e frenare o accelerare autonomamente quando cambiano le condizioni stradali garantisce la massima protezione al driver e ai passeggeri e rende la guida ancora meno stancante.

I vantaggi del cruise control

Sia il cruise control classico che quello adattivo vengono settati manualmente dal guidatore. Per uscire dalla modalità automatica basta un tocco del freno o dell’acceleratore e il controllo della vettura ritorna al conducente.

Si tratta, quindi, di sistemi estremamente complessi a livello tecnologico, che però non costringono i driver in alcun modo. Il sistema di assistenza alla guida non è mai invadente, ma aiuta a rispettare i limiti di velocità e la distanza di sicurezza.

Vediamo quali sono i vantaggi principali di questo ADAS e il nostro approccio come azienda di noleggio a lungo termine.

Maggiore sicurezza

Il cruise control aumenta la sicurezza di tutti gli utenti della strada. Soprattutto la tecnologia adaptive, che riesce a impostare la velocità monitorando le vetture precedenti, limita sensibilmente il rischio di incidenti.

Salvaguardia del driver e dei passeggeri, ma anche di pedoni, ciclisti e altri conducenti. Qualunque ostacolo ci sia sul manto stradale, verrà registrato dai sistemi di bordo che interverranno all’istante per frenare ed evitare l’impatto - o quantomeno limitarne la forza.

Comfort di guida

Guidare è stancante. I driver che fanno tratte lunghe sanno benissimo che per reagire tempestivamente servono riflessi pronti e la massima lucidità. In caso di stanchezza, il cruise control è quella misura di sicurezza in più che aiuta a viaggiare più sereni, ma anche il dispositivo tecnologico che lavora al posto del driver.

Staccare il piede dal pedale e assumere una posizione più comoda: solo le vetture dotate di cruise control offrono questo livello di comfort ai driver.

Per Program, la sicurezza alla guida è l’elemento su cui si fonda la mobilità aziendale. Ogni auto che noleggiamo è un impegno personale che prendiamo con il cliente.

La sicurezza fa parte della nostra cultura aziendale da sempre ed è un patrimonio di cui ci sentiamo responsabili. Quando noleggiamo una vettura, la nostra consulenza è il valore aggiunto che fa la differenza tra uno spostamento per lavoro e un viaggio sicuro, consapevole e responsabile.