TORNA A TUTTE LE NEWS

In vista della Giornata della gentilezza del 13 novembre, riflettiamo sull’importanza dell’ascolto attivo come atto gentile e rispettoso verso clienti, fornitori e colleghi, un valore per l’azienda e tutti i suoi stakeholders.

Cos’è l’ascolto attivo. Per ascolto attivo si intende la capacità di ascoltare senza recepire passivamente le parole dell’interlocutore, compiere uno sforzo intenzionale e consapevole nel comprendere ogni aspetto del messaggio, andando oltre il significato letterale delle parole e cogliendo anche ciò che viene comunicato in maniera implicita o attraverso la comunicazione paraverbale e non verbale. L’ascolto attivo presuppone il predisporsi ad ascoltare senza pregiudizi e aspettative, tenendo un atteggiamento positivo, gentile ed empatico, di rispetto e completa apertura verso il pensiero altrui.

I vantaggi dell’ascolto attivo. Mediante l’ascolto attivo si diventa consapevoli di emozioni e sentimenti, motivazioni e aspettative del proprio interlocutore; fatto questo che, in ambito aziendale, nelle interazioni con colleghi, clienti e fornitori, facilita lo scambio di informazioni, l’identificazione dei reali bisogni, l’individuazione dei problemi e la loro risoluzione. Non solo, porta a considerare l’altro prima di tutto come persona, oltre che come professionista, permettendo di stabilire un contatto autentico, base per la costruzione di un rapporto di fiducia.




Leggi di più:
Il valore della gentilezza sul luogo di lavoro